Come fare trading sul gas

Scopri i vantaggi di fare trading sul gas naturale e come iniziare

 

Trading sul gas - le basi

Per quanto concerne le materie prime energetiche, non ci sono dubbi sul fatto che il petrolio sia la più popolare. Tuttavia, non è certo l’unica che i trader prendono in considerazione quando vogliono diversificare il proprio portafoglio. 

Il gas naturale è per molti versi diverso dal petrolio e rappresenta la seconda materia prima energetica più scambiata. In questa pagina scopriremo assieme le caratteristiche uniche di questo combustibile fossile, le ragioni chiave per cui viene scelto dai trader e come trarre benefici dalle opportunità identificate in questo mercato fortemente negoziato. 
 

Cos’è il gas naturale?

Il gas naturale viene spesso considerato erroneamente come un sottoprodotto del petrolio greggio, come la benzina e il gasolio da riscaldamento, ma non è così. Il gas naturale esiste accanto alle riserve di petrolio, ma non viene lavorato partendo dal petrolio greggio come nel caso della benzina o del gasolio da riscaldamento.

Il gas naturale è una delle fonti energetiche più pulite, per le sue ridotte emissioni di anidride carbonica quando brucia. La tecnologia di perforazione utilizzata per la produzione di gas naturale è avanzata molto negli ultimi anni, rendendo questo combustibile una materia prima chiave per soddisfare il fabbisogno energetico in futuro. 

Dal momento che il gas naturale si trova nei pressi delle riserve petrolifere, necessita anch’esso di essere estratto dal terreno. Dopo il processo di estrazione, il gas naturale viene lavorato in forma liquida e gassosa per renderlo idoneo al trasporto nei vari paesi di tutto il mondo. Per essere certi che il gas naturale estratto sia conforme ai requisiti di qualità richiesti prima della distribuzione, viene trasportato presso stabilimenti specializzati per essere esaminato, trattato e stabilizzato. Tali processi di estrazione e trattamento sono costosi e qualsiasi problema riscontrato durante queste operazioni può influenzare fortemente il prezzo del gas.

Il gas naturale, tra le altre cose, viene utilizzato per riscaldare, produrre energia e cucinare con i fornelli a gas. Sebbene il mercato della produzione energetica rappresenti il principale consumatore di gas, viene impiegato maggiormente a livello domestico.

 

Quali fattori influenzano il prezzo del gas?

Come per qualsiasi materia prima, la domanda e l’offerta rappresentano i fattori chiave nel determinare i prezzi del gas. Qui di seguito troviamo i fattori che influenzano la domanda e l’offerta di gas naturale:

 

1. Estrazione e trattamento
L’estrazione e il trattamento del gas naturale sono processi costosi. Il gas naturale si trova nei pressi delle riserve petrolifere in giacimenti sotterranei molto profondi, per questo l’estrazione di gas richiede il dispendio di molta energia e potenza. Qualsiasi interruzione nel processo di estrazione impedisce o ritarda la produzione di gas naturale, portando così ad una diminuzione nella fornitura di gas e ad un aumento dei prezzi. Il processo di trattamento è un’operazione ancora più costosa e qualsiasi ostacolo nel processo influenza la fornitura e i prezzi del gas.
 

2.Fenomeni stagionali e meteorologici
La domanda di gas naturale è anch’essa stagionale e legata alle condizioni meteo. Nei mesi freddi e durante la stagione invernale, la domanda di gas naturale per fini legati al riscaldamento aumenta, causando così un aumento dei prezzi. Nei mesi caldi o durante la stagione estiva, il gas naturale registra un calo della domanda legata alle funzioni di riscaldamento, ma allo stesso tempo aumenta la domanda di gas per produrre energia, a causa del maggior utilizzo di condizionatori e refrigeratori.

3. Incidenti e disastri

Disastri ed eventi che influenzano l’estrazione, il trattamento, la distribuzione o il consumo di gas naturale incidono direttamente sui livelli della domanda e offerta di gas. Le interruzioni operative causano ritardi e riduzioni nella fornitura di gas, dando origine a rincari dei prezzi durante il periodo di ripresa.
 

Gli Stati Uniti rappresentano la nazione leader al mondo per i consumi di gas naturale, seguiti da Russia, Cina e Iran. Questi paesi importano e utilizzano la maggior parte del gas naturale per il riscaldamento e la produzione energetica. La domanda di gas di questi paesi influenza il prezzo del gas stesso; questo significa che qualsiasi cambiamento improvviso nella domanda da parte di uno qualsiasi di questi paesi porta ad un’oscillazione significativa del prezzo.

Sei pronto per fare trading in tempo reale?



Apri un conto

Il rapporto chiave da seguire sul gas naturale

Il rapporto più importante sul gas naturale al quale i trader fanno costante riferimento è il “Natural Gas Storage Report” del “Department of Energy” (DOE). Questo documento viene pubblicato settimanalmente, ogni giovedì, e offre uno sguardo dettagliato alle variazioni nette nei livelli di stoccaggio di gas naturale nelle regioni orientali e medio-occidentali, del sud e dell’ovest del paese.
 
Queste informazioni ti permetteranno di comprendere i livelli di domanda e offerta di gas naturale sul mercato, di fondamentale importanza nel determinare il prezzo di questa materia prima.
 

Prezzi storici del gas naturale
 

Per avere un quadro completo del prezzo del gas naturale, può essere utile monitorare le oscillazioni di prezzo nel contesto storico.
 
Il prezzo del gas naturale è in calo da fine 2008. In gran parte questo è dato dal progresso tecnologico, che permette di ridurre i costi di produzione.

 

Grafico del prezzo del gas 1995 - 2015



Sebbene i prezzi storici non illustrano il quadro completo, quando si tratta di prevedere il prezzo di una materia prima, possono essere utili come indicazione dell’intervallo di trading generale.
 
È importante ricordare che, dal momento che il gas naturale è caratterizzato da una domanda e offerta più prevedibile del petrolio, anche i prezzi del gas tendono ad essere più semplici da prevedere, il che rende il mercato popolare tra i trader che seguono i trend.


Il trading sul gas naturale
In passato investire sul gas naturale era un’operazione complessa, mentre ora i trader possono speculare sul prezzo del gas naturale online utilizzando i CFD, sia per andare lunghi, che corti.
 
I CFD (contratti per differenza) rappresentano un contratto tra un trader e un broker. Si tratta di strumenti negoziabili che rispecchiano il movimento dell’asset sottostante e ti permettono di aprire posizioni senza dover possedere fisicamente alcuna materia prima.
 
I CFD permettono ai trader di andare corti, nel caso in cui prevedono che il prezzo del gas naturale calerà, beneficiando comunque da una leva eccellente offerta dal broker.
 

Esempio di trading di un’operazione corta sul gas naturale
Per capire come funziona, ammettiamo che il gas naturale (NGAS) sia attualmente scambiato a 3.1100$. Dopo aver fatto le tue ricerche, prevedi che la domanda per questo combustibile fossile aumenterà a causa della stagione fredda e prevedi che il prezzo aumenterà.
 
Acquisti 5 lotti di NGAS, equivalenti a 500 contratti, al prezzo quotato. Dopo due giorni, il NGAS è scambiato a 4.1300 e decidi di chiudere la tua posizione. Il tuo profitto generato con questa operazione è (4.1300 – 3.1100) x 1 lotto x 500 contratti = 510$.
 

 
  • Ora che sai tutto sul gas naturale, inizia a fare trading in tempo reale

  • Apri un conto






I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita del denaro in tempi brevi a causa della leva. Il 69.1% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro facendo trading con i CFD con questo provider.
Valuta se comprendi come funzionano i CFD e se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

Il 69.1% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro facendo trading con i CFD con questo provider. Valuta se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

Back to top