Come fare trading sul petrolio

Impara tutto ciò che devi sapere sul trading sui mercati del petrolio

 

Trading sul petrolio

Utilizzato nel settore manifatturiero, dei trasporti e per la produzione di energia, e con una fornitura variabile e limitata, il petrolio ha un forte impatto sull’economia globale e questo lo rende uno dei mercati a più rapida evoluzione.
 
I trader che non comprendono a pieno le caratteristiche uniche del mercato del petrolio spesso non riescono a trarre pieno vantaggio delle opportunità di trading che esistono all’interno di questo mercato volatile.
 

  

Quali tipi di petrolio sono commercializzati?

Il petrolio è una risorsa naturale ottenuta dalle riserve petrolifere situate in giacimenti sotterranei molto profondi. Questa materia prima deriva dalla sedimentazione di piante e carcasse di animali o fossili per milioni di anni sotto a strati di sabbia e roccia.
 
I paesi produttori di petrolio sono gli Stati Uniti, i paesi scandinavi (Mare del Nord) e i paesi dell’OPEC (Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio) e paesi come l’Arabia Saudita e l’Iran.
 
Vi sono due tipi di petrolio utilizzati come riferimento nel determinare i prezzi: il petrolio WTI e il petrolio Brent.
 

1. WTI
WTI è l’acronimo di “West Texas Intermediate,” che rappresenta il greggio ottenuto e prodotto negli Stati Uniti. Il WTI viene chiamato anche “light sweet” texano. Si definisce “leggero” perché è meno denso rispetto al greggio prodotto dalla maggior parte dei paesi OPEC, ed è “dolce” perché contiene livelli inferiori di solfuro.
 

2. Greggio Brent
Nominato anche semplicemente “Brent,” il petrolio Brent è il petrolio ottenuto e prodotto nel Mare del Nord. Anche il Brent, come nel caso del WTI, viene descritto come “leggero” e “dolce”.

 

Correlazione dei prezzi del WTI e del petrolio Brent

Il WTI storicamente era più caro del Brent, ma con il progresso delle tecnologie di trivellazione e fratturazione idraulica, il West Texas Intermediate ora tende ad essere più economico. Questa è conosciuta anche come la rivoluzione del petrolio di scisto statunitense, in quanto il calo dei costi di produzione ha portato anche ad una riduzione della dipendenza degli Stati Uniti dalle importazioni di petrolio.
 

I prezzi dei due tipi di petrolio sono fortemente correlati, ma se uno dei due si deprezza, mentre l’altro si apprezza, si ha un’anomalia di prezzo. Nel febbraio del 2011, per esempio, lo spread tra i prezzi del WTI e del Brent aveva raggiunto oltre 15 USD (il WTI era scambiato a 85 USD/barile e il Brent era scambiato a 103 USD/barile).

 

 

Correlazione dei prezzi del WTI e del petrolio Brent 2011-2017



Il deprezzamento del WTI era dovuto dall’aumento delle scorte interne in Nord America, mentre l’apprezzamento del Brent era legato ai disordini civili che al tempo si registravano in Egitto e nel Medio Oriente.
 

Sei pronto per fare trading sul petrolio in tempo reale?



Apri un conto

Quali fattori influenzano il prezzo del petrolio?

Il petrolio è una delle materie prime più scambiate al mondo e non mancano le notizie che influenzano i movimenti giornalieri del mercato del petrolio.
 
Di seguito vengono elencati una serie di fattori che influenzano il prezzo del petrolio:
 

  1. Estrazione e raffinazione

I processi di estrazione e raffinazione del petrolio greggio sono molto costosi. Dal momento che le riserve di petrolio sono situate in giacimenti sotterranei molto profondi, l’estrazione di petrolio richiede uno sforzo considerevole. Qualsiasi progresso tecnologico o imprevisto nel processo di estrazione influenza direttamente il prezzo del petrolio.

 
  1. Consumi e domanda

Gli Stati Uniti sono la nazione leader nei consumi di petrolio, seguita da Giappone, Cina e dai paesi europei a vocazione industriale, come la Germania e il Regno Unito. La domanda di greggio di questi paesi è molto elevata per rispondere alle necessità di natura industriale ed economica; per questo, le esigenze industriali di questi paesi influenzano i prezzi del petrolio.

 
  1. Accessibilità e fornitura

L’accessibilità, indipendentemente dal livello della fornitura, può essere influenzata da fattori politici ed economici. L’aumento dell’inflazione, così come l’aumento dei tassi di disoccupazione e povertà può portare ad un calo dei consumi, rendendo il prodotto inaccessibile e proibitivo per coloro che vengono colpiti. I disordini politici e le insurrezioni popolari possono portare a tagli delle importazioni di petrolio e a dirottamenti delle materie prime importate.

 
  1. Disastri naturali e incidenti

I disastri naturali, come i terremoti e le tempeste sono eventi imprevedibili e i danni che causano ai siti di perforazione e alle raffinerie interessati possono impedire o ritardarela produzione di petrolio. Incendi e disfunzioni o interruzioni meccaniche possono causare anch’essi ritardi nella produzione durante il periodo di recupero. I ritardi causati da tali circostanze portano ad una riduzione della fornitura di petrolio e, di conseguenza, all’aumento del prezzo stesso.

 


Rapporti da seguire sul petrolio

Ci sono due rapporti con i quali ti consigliamo di familiarizzare e suggeriamo di consultare regolarmente.

 
  1. Scorte di petrolio DOE

Il rapporto sulle scorte di petrolio del Dipartimento dell’energia statunitense viene pubblicato ogni mercoledì e misura le scorte di petrolio negli Stati Uniti. Dal momento che gli Stati Uniti sono il primo paese per consumi di petrolio al mondo, per i trader del petrolio è importante verificare i dati sulla domanda in modo regolare, riferendosi alle scorte di petrolio rimaste.

 
  1. Rapporto mercato del petrolio OPEC

Il secondo rapporto sul petrolio che consigliamo di esaminare è il rapporto mensile e annuale dell’OPEC. Questi rapporti offrono dati sugli obiettivi di produzione dei paesi dell’OPEC. Gli obiettivi di produzione e le quote riflettono i livelli correnti di domanda e offerta di petrolio sul mercato globale.

 


Esempi di trading sul petrolio

 
Andare lunghi sul WTI

Le tue ricerche suggeriscono che la domanda di petrolio in Cina aumenterà presto e, per questo, prevedi che i prezzi del petrolio saliranno. Acquisti così 1 lotto di WTI a 56,95$, che equivale a 100$ per ogni 1$ di movimento del prezzo.

 

La tua previsione si rivela corretta. Il prezzo sale a 61,95$ e decidi di vendere. Il tuo profitto viene calcolato moltiplicando la differenza tra il prezzo di apertura e chiusura per il valore in dollari dell’incremento: (61,95$ - 56,95$) x 100$ = 500$.

 
 
Andare corti sul greggio Brent

Nonostante i tentativi dell’OPEC di ridurre il surplus sul mercato del petrolio e dare una spinta al prezzo del petrolio a livello globale, la tua analisi suggerisce che l’industria del petrolio di scisto statunitense crescerà e prevedi che il prezzo del greggio Brent calerà.

 

Vendi 2 lotti di greggio Brent a 52,50$, che equivale a 200$ per ogni 1$ di movimento nel prezzo. Una settimana dopo il mercato è scambiato a 49,50$ e decidi di chiudere la posizione. Il tuo profitto è pari a (52.350 – 49.50) x 200$ = 600$.

 

Il petrolio è la materia prima energetica più importante, ma ben lontana dall’essere l’unica. Il gas naturale è un’altra materia prima chiave utilizzata ampiamente per la diversificazione nel trading.

 

 

 






Il tuo denaro è a rischio. Negli ultimi 12 mesi, il 74.7% dei nostri trader al dettaglio ha riportato delle perdite. Il tuo denaro è a rischio. Negli ultimi 12 mesi, il 74.7% dei nostri trader al dettaglio ha riportato delle perdite.
Assicurati di aver compreso appieno tutti i rischi connessi e richiedi, se necessario, una consulenza indipendente.
Back to top