Cos'è il Trading su Forex?

Il mercato Forex (da 'foreign exchange', cioè scambio di valuta estera) è il più ampio mercato finanziario al mondo, che fa circolare $5 trilioni ogni giorno. Serve anche da meccanismo primario di scambio per gli affari e il trading mondiale.

 

Il Forex in dettaglio

  • Cos'è il Forex?

    Il mercato Forex (da ‘foreign exchange’, cioè scambio di valuta estera) è il più ampio mercato finanziario al mondo, che fa circolare $5 trilioni ogni giorno. Funziona anche come principale meccanismo di scambio per le attività e il trading a livello globale. Con una tale quantità di transazioni ogni giorno, il mercato Forex offre un gran numero di opportunità di trading per coloro che vogliono capitalizzare sulle fluttuazioni dei valori di valuta. I trader sul Forex comprano e vendono 24 ore al giorno, 6 giorni a settimana, e accedono a una leva maggiore (acquistando potere) allo scopo di speculare sulle fluttuazioni globali di valuta e sulla volatilità del mercato.

    Il Foreign Exchange è anche conosciuto come Forex o FX ed è un mercato finanziario globale, decentrato e over-the-counter (cioè non quotato in borsa) per la compravendita di valute.

    Globale

    • Si tratta di un mercato globale perchè quello che osservate è il valore relativo della valuta di un Paese contro un’altra valuta.

    • Eventi globali e politici guidano questi mercati, colpendo i valori relativi della valuta di un Paese, che a loro volta cambiano il valore delle coppie forex.

    Decentrato

    • Decentrato significa che non c'è un centro fisico di scambio, a differenza ad esempio di quel che succede per la Borsa.

    • Invece i centri finanziari in tutto il mondo funzionano da ancore di trading tra molti diversi tipi di compratori e venditori ventiquattr’ore al giorno, ad eccezione dei weekend.

    Over the counter (OTC)

    • Il mercato di valuta non è controllato da nessun organo governativo centrale, e non c’è nessuna camera di compensazione che garantisca il trade.

    • Broker e trader negoziano direttamente tra loro tramite network elettronici.

    • Un mercato in cui i commercianti negoziano i prezzi tra loro è conosciuto come Over The Counter (non quotato).

    Trading sul Forex

    Per trader attivi, il mercato Forex non dovrebbe essere diverso da altri prodotti di trading, come azioni, merci, o altri strumenti a reddito fisso. Il Forex offre ai trader un mercato dove possono comprare o vendere un prodotto di trading. In questo caso, è una specifica coppia di valuta. La coppia di valuta potrebbe essere Euro contro Dollaro statunitense, il Dollaro statunitense contro lo Yen giapponese, la Sterlina britannica contro il Dollaro statunitense, l’Euro contro la Sterlina britannica, o una gran varietà di combinazioni di valuta.

    Le diverse combinazioni di valuta rappresentano il valore di una moneta confrontato contro il valore di un’altra moneta. La relazione è rappresentata da un singolo prezzo. Nel Forex, il prezzo di una coppia di valuta è l’aspettativa del mercato (in quel determinato momento) della stima di quella valuta, misurata contro un'altra, data la situazione economico/politica corrente e attesa nei due tipi di economia. In termini di equity, è simile al prezzo delle azioni.

    Com'è in relazione agli altri mercati

    Mentre i mercati azionari hanno un volume giornaliero di bilioni di dollari, sul mercato Forex circolano di più di $4 trilioni al giorno. Tra i partecipanti al mercato Forex ci sono grandi banche, fondi di assicurazione e altre istituzioni finanziarie, società globali e trader singoli. La maggior parte delle transazioni Forex sono il risultato di conversioni di valuta in relazione agli affari mondiali giornalieri. Il grande volume del mercato Forex fornisce infinite possibilità di trading e permette ai trader di diversificare nei mercati di valuta globali.

    Quali fattori entrano in gioco quando si decide come fare trading sul Forex? Come si pone questo in relazione ai mercati azionari? Assumiamo, ad esempio, che il tasso d’inflazione o d’interesse di un’economia sia stabile, che la sua produzione sia in grande crescita e che la politica sia forte: ci si può aspettare che, per quella nazione, la valuta rimanga forte contro una valuta fondamentalmente meno favorevole.

    Ora, compariamola al controvalore di una compagnia in particolare. Se l’economia domestica e globale è forte, l’inflazione non sta salendo, la competizione non sta portando via la quota di mercato, la domanda di prodotto è stabile e i lavoratori sono produttivi, allora ci si può aspettare che il capitale di quella compagnia rimanga forte contro quello di un’altra compagnia con condizioni meno favorevoli.

    In modo analogo a quanto accade per le azioni, ci sono altri fattori che determinano il valore a breve termine di una coppia di valuta Forex, tra cui l'analisi tecnica, l’offerta e la domanda a breve termine, i pattern stagionali di fluttuazione del capitale, il prezzo corrente di uno strumento, e così via. Sono queste dinamiche universali che sposteranno il valore di una valuta verso l’alto o verso il basso. Aprite un conto ThinkMarkets per iniziare a fare trading sul Forex oggi stesso.

  • Fattori di movimento del Mercato

    Ora che avete visto quali sono I maggiori partecipanti nel mercato Forex, possiamo prendere in esame le ragioni che fanno muovere i prezzi di mercato.

    Ricordate che i principali scalper sono i responsabili della maggioranza dei flussi di denaro – ed è il flusso di denaro da una valuta all’altra che causa la fluttuazione dei prezzi e crea trend sui vari mercati. Mentre il flusso di denaro concreto potrebbe essere dovuto a ragioni speculative, all’hedging per l’assicurazione del cliente, o all’acquisto di beni, anche le aspettative di cambiamenti sui flussi monetari giocano un ruolo importante.

    Queste aspettative dei partecipanti potrebbero derivare da cambiamenti nel PIL (prodotto interno lordo), nell’inflazione, nel tasso di interesse, nel budget e nei deficit/surplus del trade, insieme ad altre condizioni di macroeconomia.

    Eventi di potenziale volatilità

    • PIL (Prodotto Interno Lordo)

    • Tasso d'interesse

    • Impiego/disoccupazione

    • Deficit e surplus del trade

    • Eventi di forza maggiore(avvenimenti del mondo)

    Nonfarms payroll e tasso di disoccupazione

    La notizia più attentamente osservata al momento è quella che riguarda la US Nonfarms payroll e la disoccupazione, visto che può creare molta volatilità durante e dopo la sua pubblicazione. Guardate il seminario web sotto per un tutorial approfondito e sul perchè questa è una notizia così importante.

    Calendario economico

    Quindi come possiamo monitorare questi potenziali fattori di movimento del mercato? Anche se non possiamo prevedere eventi a livello mondiale, possiamo comunque usare un calendario economico per tenere sotto controllo quali sono gli annunci importanti previsti per i giorni, le settimane e i mesi futuri.

    I calendari economici evidenziano annunci pubblici di specifici Paesi, il che significa che tutto il mondo può avere accesso alle stesse notizie contemporaneamente. Mentre questo è ottimo per i trader al dettaglio come noi, è anche bene realizzare che le banche detengono un vantaggio ancora maggiore – possono visualizzare i flussi d’ordine dei loro clienti per vedere dove il denaro confluisce (o defluisce).

    Market movers

    Sentiment del mercato

    Il sentiment può essere usato sia dai trader a breve che a lungo termine. Quelli con un orizzonte a lungo termine sono più inclini a osservare i trend dei dati nel corso di settimane e mesi, e confrontarli insieme ai prezzi delle rilevanti coppie di valuta.

    Qui sotto c’è il CPI Canadese, che è un proxy per l’inflazione. Possiamo vedere che il CPI è in un trend tendente al ribasso, il che suggerisce una deflazione. Il dollaro canadese (nel momento in cui scriviamo) è anch’esso in un trend al ribasso insieme al CPI. Se dovessimo notare la pubblicazione di un CPI negativo, o che una serie di prezzi già pubblicati non sono riusciti a negoziare molto più in basso, questo suggerisce che il mercato ribassista è potenzialmente fermo, e i prezzi potrebbero subire un inversione nei giorni, settimane o mesi a seguire.

    Un trader a breve termine vedrà che la pubblicazione successiva ha un consensus (le aspettative di molti analisti) di un 1.3% medio. Al momento della pubblicazione, se otteniamo una deviazione da questa 'aspettativa' possiamo aspettarci un movimento del mercato più ampio in seguito alla pubblicazione, visto che questa è considerata come un elemento di sorpresa per il mercato.

    Market movers

    News trading

    Questa è una forma molto popolare di fare trading sul Forex. Questi trader si specializzano nella compravendita basata sulla pubblicazione di novità di mercato; in modo analogo all'esempio sopra, i news trader cercano deviazioni dalle aspettative per poter indagare movimenti di ulteriore volatilità.

    Permetteteci di fare un esempio di news trader che si specializzano sulla coppia USDJPY. Essi vanno sul calendario economico e aprono i filtri.

    Market movers

    Selezionano soltanto le notizie di Stati Uniti e Giappone, spingono lo slider fino al !!! rosso (per filtrare soltanto gli eventi di red news di USD e JPY) e poi selezionano 'filter results'.

    Market movers

    Vedranno così notizie di alto impatto che potrebbero colpire la coppia USDJPY, e potranno in seguito pianificare la loro settimana di trading in base ad esse, sapendo dove si possono aspettare qualche tipo di movimento di mercato, o almeno preparando un piano di trading nel caso esso si verifichi.

    Market movers

    Anti-news trading

    Il terzo approccio, e possibilmente il meno emozionante, è quello di usare le stesse tecniche per filtrare notizie di alto impatto per assicurarsi di non piazzare trade in quel momento. Questo è più adatto a trader che hanno usato grafici di 1 ora, 4 ore o giornalieri per inserire i loro ordini (o 'set and forget').

  • Coppie FX

    Nel mercato Forex, i trader sperano di ottenere profitti speculando sul valore di una valuta confrontata a un’altra. Le valute sono sempre negoziate in coppia secondo diverse combinazioni, offrendo pertanto opportunità di trarre profitto dai tassi di cambio tra le varie monete globali.

    Quote Forex

    I prezzi di cambio offerti ai trader sono chiamati Quote.

    Una quota si compone di

    • Valuta Base: è la prima valuta nella coppia. Il tasso di cambio elencato rappresenta quanto della seconda valuta è in grado di comprare un’unità della valuta Base.

    • Valuta Quota: è la seconda valuta nella coppia.

    Esempio

    Per esempio, supponete che la quota d’acquisto (cioè il prezzo a cui i trader possono comprare) su EUR/AUD sia di 1.44000. Questo significa che 1 Euro (la valuta base) può comprare 1.44000 dollari australiani (la seconda valuta, o valuta quota). In modo analogo, se vediamo un prezzo di 171.158 su GBP/JPY, questo ci indica che 1 sterlina britannica (GBP) può comprare 171.158 yen giapponesi (JPY).

    Quando il tasso di cambio aumenta, questo ci indica che la valuta base sta acquistando valore rispetto alla valuta quota. Quando il tasso di cambio cade, è vero il contrario: la valuta quota si rialza rispetto alla valuta base.

    Il grafico qui sotto illustra:

    Quote Forex
    Quote Forex

    Fate pratica di trading su un conto demo gratuito di ThinkMarkets per vedere lo spostamento dei tassi di cambio. Oppure continuate la vostra formazione in materia di trading su Forex con le nostre guide al trading.

  • Pip

    Cos'è un pip?

    • Un "pip" è il più piccolo incremento totale in qualsiasi coppia Forex.

    • Per coppie quotate in 3 punti decimali, un incremento di pip è basato sul secondo decimale.

    • Per coppie quotate in 5 punti decimali, un incremento di pip è basato sul quarto decimale, come l'EURUSD qui sotto.

    Cos'è un pip

    Esempio

    • EURUSD: Un movimento da 1.362(9)8 a 1.363(0)8 è un movimento pip.

    • Nella coppia USD/JPY, un movimento da 104.4(7)1 a 104.4(8)1 è 1 pip.

    Questo è determinato dalla valuta del vostro conto, dalla coppia che state negoziando e dalla dimensione della posizione del vostro trade.

  • Leva e Margine

    Cos'è il margine?

    Il margine è la somma richiesta per aprire una nuova posizione sul Forex. Non è una commissione, né un addebito sul vostro conto. Piuttosto, serve a garantire che abbiate un saldo sufficiente in relazione alla dimensione della vostra posizione. Il margine è l’opposto della leva.

    La somma esatta che serve a ogni trader per aprire una posizione dipende dalla dimensione della posizione stessa e dallo strumento che viene negoziato. Sulla nostra pagina 'Specifiche di contratto' è mostrata la leva richiesta per ogni posizione; il margine è semplicemente l’inverso. Per esempio, la leva su AUDJPY è indicata a 500:1. Questo significa che i trader possono negoziare fino a 500 volte il valore equivalente di dollari australiani che hanno sul proprio conto. Se un trader mette una posizione di un lotto su AUDJPY (dove un lotto corrisponde a 100,000 AUD), allora il margine richiesto per il trader sarà di 200 AUD.

    È bene che usiate la leva con prudenza. Da una leva significativa possono risultare facilmente grosse perdite, non solo profitti.

Il 74.7% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro facendo trading con i CFD con questo provider. Valuta se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita del denaro in tempi brevi a causa della leva. Il 74.7% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro facendo trading con i CFD con questo provider.
Valuta se comprendi come funzionano i CFD e se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

Back to top