Trading di criptovalute

Inizia con il trading sui Bitcoin oggi stesso

 

Siamo l’unico broker regolamentato nel Regno Unito e Australia ad offrire 9 criptovalute

 
  •  

Top 3 cryptocurrencies

 
 

Bitcoin

 
$1.16602
 

Ethereum

 
$1.16602
 

Ripple

 
$1.16602
  •  

Fai trading sulle criptovalute con ThinkMarkets

 

Ecco perché migliaia di trader in tutto il mondo scelgono di fare trading sulle criptovalute con noi

  • Piattaforme innovative

    Seleziona la piattaforma che risponde alle tue esigenze tra il solido Trade Interceptor e il popolare MetaTrader 4.

  • App per il trading da mobile di qualità superiore

    Scaricata da oltre 550.000 trader, l’app Trade Interceptor offre un’esperienza di trading senza paragoni da desktop, tablet e, in modo particolare, da dispositivi mobile.

  • Supporto di prima qualità

    Il nostro team di supporto multilingua è a tua disposizione per assisterti e rispondere a tutte le tue domande 24 ore su 24, via email, al telefono o in live chat.

Come fare trading sulle criptovalute

Il trading delle criptovalute è simile sotto molti aspetti al trading forex. Le nostre criptovalute sono quotate sia in dollari statunitensi che in euro, permettendoti di speculare sul fatto che il loro valore aumenti o cali rispetto alla valuta di tua scelta.

Se pensi che il prezzo dei bitcoin aumenterà nei confronti del dollaro USD, aprirai un ordine di acquisto su BTC/USD. Se il prezzo sale, otterrai un profitto sulla base del movimento di prezzo e della dimensione delle tue posizioni. Se il prezzo cala, il tuo conto subirà una perdita.

Vi sono due principali differenze tra il trading forex e il trading delle criptovalute. I mercati delle criptovalute sono giovani e altamente volatili. Ecco perché la gestione del rischio è di fondamentale importanza per i trader che desiderano entrare in questo ambiente di trading dai ritmi intensi. La seconda differenza principale è che le criptovalute sono disponibili per il trading anche durante il weekend, il che le rende un prodotto ideale per i trader con poco tempo a disposizione durante la settimana.

Sei pronto per fare trading
con le criptovalute?

 

Premi

ThinkMarkets è l’orgoglioso vincitore dell’anno delle categorie Migliore esperienza di trading forex e Migliore innovazione di trading forex dell’UK Forex Awards 2017.


 

Cos’è bitcoin?

Da quando il prezzo di bitcoin ha raggiunto il livello di 1000$ nel dicembre del 2013, il mondo del trading ha iniziato a notare le opportunità uniche offerte dai mercati delle criptovalute. Ma cos’è esattamente bitcoin e i trader come possono trarre profitto dalle oscillazioni di prezzo?

Bitcoin è una valuta digitale creata nel 2009 dalla misteriosa persona o gruppo di persone sotto lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. I numerosi tentativi di svelare la vera identità di chi si cela dietro sono stati fallimentari. Bitcoin prevede l’utilizzo di una tecnologia innovativa chiamata blockchain (catena di blocchi). Sebbene comprendere la tecnologia che si cela dietro le criptovalute sia complesso, ciò che è importante per i trader è capire chi controlla bitcoin.

A differenza delle tradizionali valute emesse dalle banche centrali (dollaro statunitense, euro, sterlina, ecc.), bitcoin non è controllato né regolamentato da alcuna autorità. Bitcoin può essere scambiato tra gli utenti senza la necessità delle banche. Il registro delle transazioni di bitcoin è pubblico e accessibile da tutti gli utenti della rete. Il numero massimo di bitcoin che può essere creato è stato limitato a 21 milioni dal suo ideatore.

 

Cosa influenza il prezzo di bitcoin?

A gennaio 2010 il prezzo di bitcoin era inferiore ai 10 centesimi. È solo nel 2013 che bitcoin viene riconosciuto come mezzo di scambio valuta e il prezzo di un singolo bitcoin supera i 100$.

 Nel 2017 il prezzo di bitcoin è schizzato fino a 7000$, con numerosi alti e bassi sul percorso. A maggio, per esempio, ha registrato perdite fino a 400$ in una singola giornata. Ed è proprio qui che entra in gioco il trading. 

Questo tipo di volatilità è praticamente assente nei mercati finanziari. Prima di iniziare a fare trading su bitcoin e sulle altre criptovalute, scopriamo assieme alcuni dei fattori principali che ne influenzano i prezzi:
 

  1. Domanda e offerta

    Come per qualsiasi altro asset, maggiore è il numero di persone e aziende che lo utilizzano, maggiore è la domanda. Per le criptovalute con un’offerta limitata come bitcoin, questa dinamica ne spinge il prezzo al rialzo.

  1. I media

    Il mercato delle criptovalute ha attirato l’attenzione sia dei media che social media. Quando figure influenti rivelano la propria opinione, i prezzi delle criptovalute possono risentirne in modo significativo.

  1. Tecnologia

    Come per qualsiasi altro software, ogni aggiornamento o modifica ai protocolli tecnologici può causare sostanziali oscillazioni di prezzo.

  1. Normative statali
    All’arrivo delle criptovalute sono seguite diverse risposte governative, dalla mano pesante della Corea del Sud che ha spinto il valore al rialzo all’adozione a braccia aperte del Giappone.
     

Scopri le 10 principali criptovalute

Bitcoin sarà anche la criptovaluta più popolare, ma non è sicuramente l’unica. Ecco qui una panoramica della dieci criptovalute più popolari.
 

  1. Ethereum (ETH/USD & ETH/EUR)

    Ethereum è stata proposta da un programmatore russo ed è stata attivata nel luglio 2015. La differenza principale tra bitcoin e ethereum è che BTC è stata progettata per essere una valuta sin dall’inizio. 

    Ethereum, dall’altro lato, è stata sviluppata come piattaforma su cui due entità potessero stipulare un contratto senza la necessità di parti terze, attraverso i cosiddetti contratti smart. Ethereum può essere utilizzata come valuta e può rappresentare anche asset virtuali.

  1. Litecoin (LTC/USD & LTC/EUR)

    Fondata da un ingegnere di Google, Charlie Lee, con l’intenzione di creare la valuta digitale che stava a bitcoin come l’argento all’oro, Litecoin è entrata sulla scena delle criptovalute come la gemella di bitcoin. Dal lancio della valuta nell’ottobre del 2011, Litecoin ha beneficiato fortemente dell’interesse generale verso le criptovalute.

  1. Ripple (XRP/USD & XRP/EUR) 

    Ripple è stata lanciata inizialmente nel 2012 da una start-up FinTech con l’obiettivo di sviluppare l’approccio di bitcoin, ovvero persone libere dalle restrizioni del sistema finanziario, quali spese, addebiti per cambi valuta e ritardi nell’elaborazione. 

    Utilizzata da istituzioni finanziarie di rilevanza, tra cui UBS, UniCredit e Santander, Ripple è riuscita a ottenere il supporto delle banche e istituzioni come tecnologia e infrastruttura di regolamento.

  1. Dash (DASH/USD)
    Lo sviluppatore di software americano Evan Duffield ha creato dash nel 2015 con l’obiettivo di avanzare il set di funzioni di bitcoin e creare la criptovaluta più semplice da utilizzare al mondo, con un’attenzione particolare ad incrementare l’anonimato dell’utente.

  1. Monero (XMR/USD)

    Monero è stata lanciata nell’aprile 2014 ed è oscillata pesantemente tra i 25 centesimi di gennaio 2015 e i circa 60$ di maggio 2017. Il motivo che ha attirato velocemente l’interesse degli investitori è la capacità di fornire agli utenti un elevato grado di anonimato.

  1. ZCash (ZEC/USD)

    ZCash è un’altra criptovaluta orientata alla privacy creata dallo sviluppatore americano Zooko Wilcox. ZCash ha registrato una forte richiesta durante il suo primo giorno di trading, ma l’interesse è diminuito in fretta. In futuro, la domanda e l’offerta aiuteranno il prezzo di ZCash a trovare un equilibrio.

  1. Neo (NEO/USD)

    Neo, conosciuta anche come “Ethereum cinese” o “killer di Ethereum” è la prima criptovaluta ad essere lanciata in Cina.  A differenza di altre criptovalute, NEO non può essere frazionata. L’unità più piccola è uno.

  1. OmiseGo (OMG/USD)

    OmiseGo è stata creata con l’intenzione di rendere più economiche le transazioni e gli scambi valutari, indipendentemente da che si usino criptovalute o valute tradizionali.

  1. Bitcoin Cash (BCH/USD)

    Bitcoin Cash è nata ad agosto 2017 dall’hard fork di bitcoin. Sebbene sia complesso spiegare un hard fork in parole semplici, basti pensare all’hard fork come un tentativo di trovare una soluzione definitiva al problema di scalabilità di bitcoin, ovvero il fatto che con l’aumentare degli utenti, la tecnologia utilizzata dalla rete bitcoin necessita di essere aggiornata.

  1. Iota (IOTA/USD)

    Iota utilizza una tecnologia completamente diversa da Bitcoin. La principale innovazione di questa valuta digitale è che la rete aumenta con l’aumentare degli utenti e inoltre permette di effettuare transazioni senza alcuna spesa.

Back to top